PARADISE RESORT & SPA

Panorama al tramonto. Gotografia di Clelia Torelli ©

Si trova mel cuore dell’oasi naturale di San Teodoro, sulla costa nordorientale della Sardegna, a poca distanza dalla bellissima spiaggia di Lu Impostu.

Hall. Fotografia di Clelia Torelli ©

111 le camere, arredate in stile sardo, dotate di veranda o torretta al piano superiore con vista magnifica sul parco, la laguna e la baia, con l’isola di Tavolara sullo sfondo.

La Spa. Gotografia di Clelia Torelli ©

La Spa, realizzata nel 2016, dispone di tre sale trattamenti, una sauna finlandese a 90°, un bagno di vapore, due docce emozionali, una cascata di ghiaccio, una zona relax con angolo tisaneria, una private spa e una sala fitness.
Nel bellissimo parco ci sono una zona solarium e due piscine

Verande delle camere

Due i ristoranti: il principale, Verandah, che propone piatti freschi dai sapori mediterranei, preparati con prodotti del territorio e il gourmet Piccola Cucina. Quest’ultimo, che fa parte del gruppo di ristoranti omonimi a New York, Londra e in Spagna, promette esperienze gourmet a lume di candela, con piatti tipici italiani, sapori sardi e pescato del giorno.
Al nuovo Sunrise Bar si va per uno snack, un gelato, un aperitivo al tramonto o un cocktail dopo cena quando la musica dal vivo anima la serata.

Sunrise Bar

Piscina. Fotografia di Clelia Torelli ©

Piscina. Fotografia di Clelia Torelli ©

 

Il resort organizza escursioni alla Laguna di San Teodoro con i fenicotteri o trekking al Monte Nieddu, passeggiate a cavallo, sessioni di golf al Club Puntaldia o al Pevero Golf Club e, per i più arditi, volo in ultraleggero.

Il ristorante principale

Il Paradise Resort & Spa è aperto per la stagione 2017 fino al 7 ottobre, con tariffe a partire da 260 euro per la camera Classic, con prima colazione

  1. Laguna di SanTeodoro. Fotografia di Clelia Torelli ©

    Paradise Resort & SPA
    Località Lu Impostu – San Teodoro, 08020 San Teodoro (OT)
    Tel. 0784.1908000
    http://www.paradiseresortsardegna.com

 

LA DOLCE VITA AL PUNTA TRAGARA

 

Punta Tragara al tramonto. Fotografia di Clelia Torelli ©

Vista dei Faraglioni dalla suite. Fotografia di Clelia Torelli ©

Ci sono luoghi incantati, che ti scelgono riempendoti l’anima, che ti “raccontano” con il loro fascino la storia del luogo in cui sorgono. Punta Tragara è uno di questi. E trascorrervi una vacanza, toccando i Faraglioni con un dito è un privilegio.

Il progetto iniziale risale al 1920 e porta la firma di Le Corbusier, il padre dell’architettura moderna, che lo immaginò come “un’emanazione della roccia, una filiazione dell’isola, un fenomeno vegetale, quasi un lichene architettonico cresciuto sul fianco di Capri”. Nacque come villa del marchese Emilio Vismara, ingegnere lombardo che invitava nella sua “Stracasa”, chiamata così perché era qualcosa di più di una semplice dimora, personaggi illustri. Durante la Seconda Guerra Mondiale divenne un comando americano e accolse alcuni protagonisti della storia dell’epoca: i generali Dwight Eisenhower, Mark Clark e Sir Winston Churchill.

Nel 1968 fu acquistato dal Conte Goffredo Manfredi che lo trasformò nel ’73 da buen retiro in hotel. Nel corso degli anni, dopo diverse ristrutturazioni, è diventato l’esclusivo cinque stelle lusso attuale, di cui si occupa il nipote del marchese, Goffredo Manfredi, suo omonimo.

Camera con vista. Fotografia di Clelia Torelli ©

Welcome con caprese e spumante. Fotografia di Clelia Torelli ©

Tavolo del buffet a colazione. Fotografia di Clelia Torelli ©

 

Sulla terrazza affacciata sulla baia, incastonate in un giardino curatissimo, ci sono due piscine di acqua dolce, una a temperatura naturale e l’altra, con idromassaggio, riscaldata. C’è anche il bar “Monzù Gin Club”, location ideale per un aperitivo al tramonto, quando tutta la baia sottostante si tinge dal rosa al rosso. Qui il barman Daniele Chirico prepara 70 tipi di cocktail e aperitivi a base di gin, di cui alcuni molto rari.

Daniele Chirico al lavoro. Fotografia di Clelia Torelli ©

Selezione di gin e toniche. Fotografia di Clelia Torelli ©

Per cena si va al “Monzù”, (dal francese monsieur, come erano chiamati i capocuochi della case aristocratiche campane), il ristorante dell’hotel con vista su Marina Piccola e i Faraglioni, Il menu, un’esplosione di sapori e prodotti dell’isola, è firmato dallo chef Luigi Lionetti, caprese doc. Strepitoso anche il menu dei dolci curati dalla chef pasticciera Cristina Passini. Dal gelato al kefir di bufala, mela verde e cedro, l’Assoluto al limone, la Sfera alla nocciola, cacao e passion fruit al Lingotto di mandorle e pera.

Ristorante Monzù. Fotografia di Clelia Torelli ©

L’altra food experience da non perdere è al ristorante “Mammà” , sempre di proprietà della famiglia Manfredi, che si trova a pochi passi dalla Piazzetta. Dalla sua terrazza si gode una vista impareggiabile sul Golfo di Napoli. Il ristorante, nato nel 2013 su ispirazione del bistellato Gennaro Esposito, è guidato da Salvatore La Ragione, 1 stella Michelin. La sua filosofia culinaria si fonda su un giusto mix tra cucina contemporanea e grande tradizione mediterranea, partenopea e caprese con prodotti sempre freschissimi. Da non perdere la pizza sottile con lievito madre e tartufo (da una ricetta di 60 anni fa), le tagliatelle di seppia, alga nori e maionese di rapa rossa e gli spaghetti  ai ricci di mare e anemoni.

Ristorante Mammà. Fotografia di Clelia Torelli ©

Al Punta Tragara per rilassarsi c’è l’onomina Spa Tragara che propone trattamenti Physio Lab. E, per chi vuole fare moto, c’è il programma “Buongiorno Capri”, che prevede percorso jogging, spremuta di limone e massaggio a scelta. What else?

La notte sul Punta Tragara. Fotografia di Clelia Torelli ©

Hotel Punta Tragara, via Tragara 57 – 80073 Capri (Na) – Tel. +39 081 8370844

Ristorante Monzù, via Tragara 57 – 80073 Capri (Na) – Tel. +39 081 8370844

www.hoteltragara.com info@hoteltragara.it

Ristorante Mammà, via Madre Serafina 8 – 80073 Capri (Na) – Tel. +39 081 8377472

www.ristorantemamma.cominfo@ristorantemamma.it

www.manfredihotels.com

“ARIA DI CASA” A CIASA SALARES


INGRESSO Fotografia di Clelia Torelli ©

4925 i chilometri percorsi dagli ingredienti migliori per arrivare a destinazione nelle 5 cucine dell’hotel, dei ristoranti la Terrazza, Wine Bar, Salares, La Cantina e lo stellato La Siriola. 24000 le bottiglie con 1800 etichette presenti in cantina, una sorta di enciclopedia dei vini. 51 gli anni in cui il fratello della regina di Svezia ci trascorre le vacanze.

Questi alcuni numeri del Ciasa Salares, boutique hotel di San Cassiano, un luogo unico nel paradisiaco affresco delle Dolomiti. L’atmosfera che si respira è quella di casa, tipica dell’accoglienza ladina, della baita di famiglia. Quella dei Wieser.

Stefan, il patron, è un ricercatore insaziabile di eccellenze gastronomiche e sommelier professionista. Non c’è prodotto nella sua dispensa scelto a caso. E’ lui che ha sposato, con lo chef stellato Matteo Metullio del ristorante La Siriola, la formula del “chilometro vero” in quanto la provenienza non deve andare a discapito della qualità. Non si tratta di negare “il chilometro zero”, ma solo di essere più onesti in cucina. L’Alto Adige ha una tradizione gastronomica limitata, prevalentemente contadina. Quindi perché privarsi della varietà di materie prime di qualità disponibili in Italia?

CAMERA Fotografia di Clelia Torelli ©

CAMERA  CON VISTA Fotografia di Clelia Torelli ©

E poi c’è Wilma, moglie di Stefan, che si occupa degli arredi e complementi di Ciasa in stile montano. Loro figlio, Clemens, grande esperto di vini biodinamici, nonostante la giovane età, si dedica alle degustazioni in cantina e alla scelta dei vini nei ristoranti e di gin del Wine Bar. Partecipare ad una degustazione con lui in cantina è un’esperienza da non perdere. A partire dall’utilizzo di OVARIUS®, una caraffa di decantazione, dentro cui il vino naturale finalizza il processo di dinamizzazione. Infine, ancora vispa, nonostante i suoi 85 anni, è Ilda, la mamma di Stefan. Si occupa indefessamente dell’orto dove “vanno in scena” al tramonto spettacolari aperitivi e, se la incontri al buffet del ristorane principale, è ancora lei che ti prepara lei un buon piatto di verdura appena raccolta.

LA SIGNORA ILDA NEL SUO ORTO  Fotografia di Clelia Torelli ©

PISCINA INDOOR  Fotografia di Clelia Torelli ©

Guida la Spa Vives la bravissima Jessica Calliari, 24 anni di Rovereto,  con esperienze alle spalle ai centri benessere del Cipriani di Venezia e del Jk di Capri. Da provare il bagno di vapore Vitalis che consente di combinare il trattamento con il calore e vapore. Quello di fieno e ginepro depura e disintossica l’organismo rinforzando il sistema nervoso e immunitario.

INGRESSO DI LA SIRIOLA  Fotografia di Clelia Torelli ©

 

INTERNO DI LA SIRIOLA   Fotografia di Clelia Torelli ©

Discorso a parte merita il ristorante gourmet La Siriola, 1 stella Michelin, dove il rito della cena diventa un viaggio sensoriale tra gusti, profumi e colori. Nelle sue sale l’allure di un’eleganza essenziale si accorda a tocchi di design, a partire dalle lampade in legno curvato. Qui la cucina è in continuo movimento, ricca di tradizione ma anche di innovazione e sperimentazione. Piatti unici che rispecchiano Matteo Metullio, il più chef giovane stellato, e che stupiscono i commensali. Cinque i menu tra cui il Degustazione Sambuco con 10 portate a sorpresa.

MISE EN TABLE DI LA SIRIOLA Fotografia di Clelia Torelli ©

Le due chicche, comprese in alcuni menu, sono la Chocolate Room e Cheese Room. Nella prima, all’interno del ristorante gourmet, si possono degustare 40 tipi di cioccolato da abbinare, volendo, a distillati e vini ad hoc nell’adiacente tasting lounge dove gli ospiti de La Siriola vengono accompagnati per un insolito pre-déssert. Invece, nella cheese room si possono assaggiare fino a 21 tipi di formaggio abbinati a 3 birre diverse.

CHOCOLATE ROOM Fotografia di Clelia Torelli ©

Da non perdere anche il picnic che tutti i mercoledì Ciasa Salares organizza per gli ospiti nella sua baita al Piz Sorega. Si possono gustare specialità locali tra cui la jüfa, una sorta di mousse fatta con latte e farina, burro fuso e pane secco, grigliate di carni e, dulcis in fundo, il gelato di fiori montani. A disposizione cappellini di paglia se picchia il sole e coperte di lana dovesse venire freddo.

PICNIC A PIZ SOREGA Fotografia di Clelia Torelli ©

Insomma un indirizzo da tenersi stretto, un luogo che lascia il segno. Per la cortesia della famiglia Wieser che ti fa sentire a casa, in famiglia, per l’energia che si percepisce, per la bellezza del paesaggio circostante e i colori intensi della natura.

 

HOTEL CIASA SALARES
Strada Prè de Vì 31 . Loc. Armentarola .
I-39036 S. Cassiano . Alta Badia . Dolomiti .
tel. +39 0471 84 94 45 .

DOVE ANDIAMO A SAN VALENTINO?

Viaggi romantici per la festa degli innamorati. Dalla fuga per un weekend o perché non approfittarne per una vera e propria fuga d’amore?

Ecco 12 idee per trascorrere il 14 febbraio in modo indimenticabile.

A MARRAKECH in atmosfere da mille e una notte

Tre proposte diverse tra gli scenari suggestivi della città rossa:

Il Dar Darma, iconico riad marocchino, offre un pacchetto speciale per un’indimenticabile soggiorno di coppia all’insegna di coccole e romanticismo. February in love, oltre al soggiorno in una delle sei suite da favola, prevede una cena marocchina a lume di candela in una sala riservata. Inoltre per lei “body painting” all’hennè e per lui le tradizionali ‘babouches’ in regalo.

Detail of the Red suite at Riad Dar Darma in Marrakech

Red Suite

www.dardarma.com/it

Al Mandarin Oriental il pacchetto Valentine’s Day package prevede, oltre al soggiorno in una delle lussuose Mandarin Villa, dotate di piscina privata e Jacuzzi, una cena romantica presso il ristorante  Mes’Lalla, in una sala decorata con cento rose e due trattamenti Spa Aromatherapy in suite spa doppia.

marrakech-villa-oriental-pool-fireplace

Mandarin Villa

www.mandarinoriental.com/marrakech/

All’Infinity Sea, riad di solo 8 camere, scegliete la romantica suite “Fuoco”, dove dominano i colori del rosso e dell’oro, e gli arredi richiamano l’Oriente. Oltre al il ristorante c’è una sala da thé, un hammam e una piccola piscina riscaldata. Per i clienti Gattinoni Mondo di Vacanze è incluso nel pacchetto San Valentino l’aperitivo in camera a base di champagne, frutta, pasticceria marocchina, rose rosse, una cena a lume di candela e un rituale di coppia nell’hammam.

riad-infity-sea_camera-gattinoni-mdv

Suite “Fuoco”

Info nelle Agenzie di Viaggio Gattinoni Mondo di Vacanze (www.gattinonimondodivacanze.it)

IN UN BORGO CAMPANO, a contatto con la natura

Aquapetra Resort&Spa, resort nelle campagne campane a pochi chilometri da Telese Terme (BN), propone un pacchetto ad hoc per vivere l’atmosfera del borgo con soggiorno di una o due notti in una delle casette in pietra con vista su distese verdi di ulivi e lecci, un brindisi di benvenuto, accesso alla spa e una cena a lume di candela nel ristorante La locanda del Borgo.

aquapetra

Living con camino

http://www.aquapetra.com/ita/

IN IGLOO, amore a sottozero

A Kühtai, un paesino vicino ad Innsbruck, in un immacolato paesaggio innevato a 2.000 metri di quota, c’è l’Iglu Village che comprende 14 igloo dove passare la notte più romantica dell’anno, tra i ghiacci, alla luce dei falò. Si dorme su un letto ad aria con morbido rivestimento in pelle di pecora e sacco a pelo invernale. Il pacchetto Igloo Romantico propone 1 pernottamento in igloo esclusivo per due persone, colazione, cena con fonduta di formaggio nell’igloo dedicato alla sala da pranzo e marshmallows al falò dopo cena.

kueh_igluvillage_diningiglu3_tp

Igloo per la cena

www.innsbruck.info, www.iglu-village.at.

SULLE DOLOMITI, benessere esclusivo

Per gli innamorati che amano la montagna il Bad Moos – Dolomites Spa Resort propone il pacchetto “Esclusive Night Spa” che consente di prenotare in esclusiva diversi ambienti della sua meravigliosa spa. Dalla Panoramic Sauna St. Valentin “Cembra” in legno di cirmolo, con gettate di vapore agli aromi del bosco e una vista incantevole sulle montagne e sulla chiesetta St. Valentin, le docce a cascata sulfurea e la Sala relax Old Stube del 13esimo secolo, ricavata in un’antica Stube gotica del 13esimo secolo.

bagno-fieno-coppia-b-sport-kurhotel-bad-moos

Bagno di fieno per due

www.badmoos.it

NELLA CITTA’ ETERNA per un San Ventino stellare

Al Rome Cavalieri, meraviglioso resort nel cuore di Roma, immerso in un parco mediterraneo e sede di una delle  più ricche collezioni d’arte private esistenti al mondo, si festeggia San Valentino all’insegna delle stelle. Dalla cena a tre stelle Michelin a “La Pergola” di Heinz Beck, i servizi a cinque stelle offerti al Cavalieri Grand Spa Club con un trattamento di coppia La Prairie, al cielo stellato che fa da sfondo al panorama notturno sulla città. Ma la vera chicca è la possibilità di regalare  al proprio partner una stella vera a cui dare il nome. All’arrivo si riceve un cofanetto contenente il certificato della stella, il nome che le è stato dato, le coordinate per vederla nel cielo stellato, le informazioni sulla costellazione cui appartiene e una catenina in argento con due ciondoli: una stella ed un cuore.

rome-cavalieri

Ristorante gourmet “La pergola”

www.romecavalieri.com/it/

A DUBAI per festeggiare tra le nuvole
Per un San Valentino regale si va all’One & Only Royal Mirage The Palace, 5 stelle dotato di una spiaggia privata che si estende per un chilometro e immerso in 65 ettari di vegetazione.  Per i clienti Gattinoni Mondo di Vacanze sono inclusi nel viaggio: aperitivo all’At.mosphere Lounge Bar, ubicato al 122° piano del celeberrimo Burj Khalifa, crociera sul dhow nella suggestiva area di Dubai Marina, con cena a bordo.

royal_mirage_dubai_resort_gmv-dubai

Una delle piscine

Info nelle Agenzie di Viaggio Gattinoni Mondo di Vacanze (www.gattinonimondodivacanze.it)

IN PUGLIA alla scoperta delle tradizioni locali

Borgo Egnazia, a Savelletri di Fasano, resort ispirato a un tipico paese pugliese, propone per festeggiare in maniera originale San Valentino “Be My Valentine”. Un’idea originale che comprende, oltre al soggiorno, un workshop per imparare a realizzare il tradizionale fischietto a forma di gallo, simbolo di amore e di buon auspicio. La magia prosegue con la speciale cena Cur a cur (in dialetto locale: cuore a cuore): candele ovunque, pochi tavoli in un ambiente intimo e raccolto. Il giorno seguente è previsto un pranzo a base di specialità pugliesi con musica dal vivo e, nel pomeriggio, una lezione di cucina “Mani, cuore e fantasia”, durante la quale lo chef di Borgo Egnazia guida gli ospiti nella realizzazione di un piatto ispirato alla loro storia d’amore.

borgo-egnazia-christmas-4

Cena romantica al ristorante principale

www.borgoegnazia.it

IN UMBRIA per un trattamento “goloso”

A pochi passi dal centro storico di Gubbio, il Park Hotel Ai Cappuccini, antico monastero del XVII secolo, celebra l’amore in modo speciale. L’hotel si trasforma per l’occasione nel nido perfetto dove le coppie possono concedersi una coccola, un trattamento al cioccolato studiato ad hoc da fare insieme. Dopo un ciclo di esfoliazione, il corpo, dopo essere stato ricoperto di una speciale miscela al cioccolato, viene portato all’essicamento totale nella cabina raxul. E per finire, una pioggia tropicale con essenza di maracuja disintossica e idrata la pelle in profondità.

cappuccini

Sala trattamenti per due

www.parkhotelaicappuccini.it

AI CARAIBI baciati dal sole 

L’iconico indirizzo di Sereno Hotels a St. Barths, nelle Antille Francesi, affiliato The Leading Hotels of the World ed eletto resort #1 dei Caraibi ai Condé Nast Traveler Readers’ Choice Awards 2016, propone un pacchetto all’insegna della massima privacy ed esclusività, grazie a una location d’eccezione affacciata sulla spiaggia di Grand Cul de Sac. Il pacchetto Love, Le Sereno permette di vivere l’isola più alla moda dei Caraibi nella la Villa du Pecheur, la camera più prestigiosa del resort disegnato da Christian Liaigre. 90 mq di puro lusso con piscina privata nascosta e un patio di 55 mq che conduce direttamente sulla spiaggia di sabbia bianchissima della baia.

le-sereno-poolday-hero-shot-1400x933

Infinity pool

www.serenohotels.com

ALLE SEYCHELLES, un tour tra le isole

Per un’esperienza romantica, SeyVillas, tour operator specializzato nella destinazione, propone Island hopping Speciale Tramonto, una vacanza di 12 notti, con soggiorno a Praslin presso la Guesthouse Villas des Alizes, a La Digue nella Villa indipendente dell’hotel Le Surmer e a Mahè nella Guesthouse Clef des Iles, con terrazza affacciata direttamente sulla spiaggia di Beau Vallon. Un’altra proposta per chi non vuole perdersi le spiagge migliori, è Island hopping “Le spiagge più belle”, una vacanza di 14 giorni nelle tre isole maggiori, Praslin, La Digue e Mahé. Le sistemazioni sono situate direttamente sulla spiaggia: nell’isola di Praslin l’Acajou Beach Resort si trova sulla spiaggia Côte d’Or, il Digue Island Lodge si estende sull’Anse Reunion mentre nell’isola di Mahé si soggiorna presso il Double Tree by Hilton – Allamanda Resort & Spa che affaccia su una bellissima laguna con spiaggia privata.

csm_01_strand_anse_source_d_argent_la_digue__c_seyvillas_95d513d472

Una spiaggia di La Digue

www.seyvillas.com