Viaggio in Thailandia, tra Bangkok e Phuket

Ripercorro con voi il viaggio in Thailandia fatto nel 2017. Da Bangkok, la capitale a Phuket, isola nel sud della Paese, abbracciata dal mare delle Andamane. Riassaporo gli aromi intensi della cucina thai, riscopro i rooftop che dominano lo skyline di Bangkok e gli hotel in cui ho soggiornato, che da soli valgono il viaggio in Thailandia.

Il tempio Wat Arun

In un viaggio in Thailandia vi consiglio di partire dalla scoperta della capitale, tra le città più cool al mondo, nuovo epicentro della creatività asiatica. Non a caso meta di viaggiatori curiosi, designer e fashion victim, calamitati dallo shopping di tendenza, firmato dai giovani stilisti fusion tra il gusto occidentale e la linearità zen della tradizione. Leggete anche il mio servizio pubblicato sul settimanale F

BANGKOK

Murales del sovrano Bhumibol Adulyadej davanti a Palazzo Reale
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Viaggio in Thailandia, a Bangkok: cosa vedere

La Città degli Angeli, adagiata sul fiume Chao Phraya, avveniristica e sempre più verticale, è un mix di templi, palafitte e grattacieli. Nel cuore storico si trova il Palazzo Reale, una meraviglia di colori e forme dell’architettura thailandese e il Wat Phra Kaew, il tempio del Buddha di Smeraldo. Accanto il Wat Pho con il Buddha disteso dorato, lungo 46 metri. Al di là del fiume, raggiungibile in barca, il Wat Arun, splendido al tramonto, quando la luce del sole si riflette sui mosaici. Quindi andateci verso quell’ora.

Wat Phra  Kaew, il tempio con il Buddha di smeraldo
Il tempio Wat Phra Kaew,
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved
Viaggio in Thailandia, Bangkok: il tempio di Wat Pho col Buddha disteso dorato, lungo 46 metri
Il tempio Wat Pho
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved
Viaggio in Thailandia, Bangkok: Palazzo Reale
Palazzo Reale
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved
Il tempio Wat Arun
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Passate da Chinatown, un labirinto di vicoli, un fitto di negozi e bancarelle, dove fare shopping low cost. Ad esempio al Sampeng Market si trova un po’ di tutto: articoli per la casa, abbigliamento e souvenir a poco prezzo.

Viaggio in Thailandia, a Bangkok: vivere la città

Per avere un’idea della Bangkok vera, sospesa nel passato, fate un salto al mercato dei fiori. Dove ci si perde tra gelsomini e orchidee, inebriati da profumi e colori, ipnotizzati dalla vista di centinaia di piccole mani che intrecciano collane e piegano i petali dei fiori di loto. Vi consiglio una gita sul fiume Chao Phraya, seguendo il ritmo lento dell’acqua, navigando tra palafitte fatiscenti e case traballanti da dove tutti salutano al passaggio della barca.

Il mercato dei fiori
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

in un viaggio a Bangkok non può mancare una gita in barca sul fiume
Crociera sul fiume Chao Phraya
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Viaggio in Thailandia, a Bangkok: come muoversi

Uno dei modi più comodi e rapidi per muoversi in città, oltre alla metropolitana, è lo Skytrain. Con due linee sopraelevate che coprono gran parte del centro. Da provare per la prospettiva che dà sulla città. Altrimenti ci sono i taxi, da preferire ai tradizionali tuk tuk, la caratteristica vettura thailandese a tre ruote, sprovvisti di tassametro, e a cui spesso gli autisti applicano tariffe più costose per i turisti. Ciò nonostante è divertente provarlo per sfrecciare tra il traffico cittadino.

Il Tuc Tuc
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Viaggio in Thailandia, a Bangkok: la notte

Quando cala la notte ci si gode il tramonto e la miriade di luci che accendono la città e si riflettono sul Chao Phraya River, da uno dei tanti rooftop dei grattacieli. Indirizzo top il Sirocco Restaurant&Skybar, al 63° piano della torre Lebua, (qui è stata girata una delle scene del film Una notte da Leoni 2). 

Viaggio in Thailandia: la vita notturna a Bangkok
Roof top della Torre Lebua
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Viaggio in Thailandia, a Bangkok: dove mangiare

Si va dall’ottimo street food dei baracchini sparsi per la città ai ristoranti gourmet. A Bangkok “il cibo di strada” rappresenta una vera e propria istituzione. Si tratta di un’abitudine diffusa tra gli abitanti della capitale thailandese e che fa parte della loro cultura. Perciò vi consiglio di provarlo.

Viaggio a Bangkok: lo storte food
Street food a Bangkok
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved
Bancarelle di frutta in strada
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Per gli amanti della cucina stellata vale il viaggio in Thailandia una cena nel ristorante di chef Gaggan, inventore della cucina molecolare, sperimentale asiatica che da poco aperto il suo nuovo ristorante Gaggan Anand.  In realtà piuttosto caro, ma, vi assicuro che ne vale la pena. Creato in uno spazio della modaiola Sukhumvit 31, gioca sul coinvolgimento diretto degli ospiti, seduti attorno alla grande isola centrale del G’s Spot.

Viaggio a Bangkok: nuovo ristorante di Gaggan Anand
G’s Spot, una delle tre aree del ristorante di Gaggan Anand

Vi consiglio di provare una cena sul rooftop restaurant Vertigo Grill al 61° piano dell’hotel Banyan Tree, sopratutto per vista, la migliore a 360 gradi della città. Propone una cucina internazionale con un tocco asiatico. Infine per piatti tipici della tradizione thai rivisitati andate da Namsaah Bottling Trust. In un ambiente trendy, tra lampadari di piume di struzzo e teste di rinoceronti alle pareti, si mangiano piatti tipici contemporanei, come l’hamburger al basilico piccante tailandese. Al piano terra longue bar con dj live e ottimi cocktail. Perciò vi consiglio di farci un salto anche solo per un cocktail.

Namsaah Bottling Trust
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved
Vertigo Grill

Altro indirizzo gourmand è Nahm, ristorante sotto la guida della famosa chef Pim Techamuanvivit, che ha confermato il suo posto come uno dei migliori ristoranti in Asia, conquistando una stella Michelin per il terzo anno consecutivo nel 2020. Al Nahm si può sperimentare il meglio della gastronomia thailandese che, secondo Pim Techamuanvivit, deve rappresentare un esercizio di equilibri in cui interagiscono sensazioni alternanti di piccantezza, asprezza, acidità, dolcezza e sapidità. 

Viaggio a Bangkok: ristorante Nahm all'interno del Motropolitan COMO Hotel
Ristorante Nahm
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Viaggio in Thailandia, a Bangkok: : dove dormire

COMO Metropolitan Bangkok

COMO Metropolitan

Urban hotel di design, si trova nel cuore del distretto finanziario di Sathorn. Quindi location perfetta per visitare, muovendosi a piedi, la maggior parte dei templi. Il Como Metropolitan è l’essenza del lusso discreto, firmato dall’architetto singaporese Kathryn Kng.  All’interno tutto è all’insegna della Shambala Experience, che promuove la salute, il benessere e il relax tramite piatti e trattamenti in spa. Fondata da Christina Ong, titolare del gruppo COMO Hotels and Resorts , businesswoman  di Singapore, per Forbes una delle donne più potenti del pianeta. Fiore all’occhiello il suo ristorante Nahm (vedi sopra).

PHUKET

Da Bangkok a Phuket il passo è breve: solo un’ora e mezza di aereo. Perciò se avete il tempo vale la pena andarci. Si tratta della più grande isola della Thailandia e la principale destinazione balneare. E’ nota come “la Perla delle Andamane”.

Viaggio a Phuket
L’isola di Phuket

Se in un viaggio in Thailandia cercate una vacanza fuori dalle classiche rotte turistiche, scordatevi le spiagge affollate come quella di Patong, località famosa per la movida. Invece dirigetevi sulla costa est, dove troverete spiagge deserte, ville nascoste nella giungla con il tempo che scorre ad un ritmo diverso.

Murales nella città vecchia
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Non perdetevi un giro nella Old Phuket Town, un mix di architetture con forte influenza portoghese. Soprattutto passeggiate lungo la Thalang Road, la via principale, su cui si affacciano casette colorate e shop-house a due piani, storici caffè e negozi d’artigianato.

Viaggio a Phuket
Le case colorate della città vecchia
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Viaggio in Thailandia, a Phuket: dove mangiare

Da Mee Ton Poe si va soprattutto per i signature Hokkien noodles, tra i migliori di Phuket. Invece da Raya, un edificio a due piani sino-thai di inizio secolo, vi consiglio di assaggiare gli spaghetti di riso con curry di granchio e la pancetta di maiale caramellata, due delle sue specialità. 

Viaggi a Phuket: Port Yamu COMO hotel
Point Yamu, COMO hotel
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Viaggio in Thailandia, a Phuket: dove dormire

Indirizzo top per dormire è Point Yamu di COMO Hotels and Resorts, disegnato da Paola Navone. Sul lato più selvaggio di Phuket, all’estrema punta di Cape Yamu, si affaccia sulle spettacolari formazioni rocciose di Phang Nga Bay e sul mare delle Andamane. Due i ristoranti: Nahmyaa per cucina thai e La Sirena, italiano, affacciato sull’infinity pool, dove gustare un’autentica pizza cotta nel forno a legna.

Ingresso Point Yamu, design Paola Navone
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved
Dettaglio Poi Yamu, design Paola Navone
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved
Dettaglio Poi Yamu, design Paola Navone
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved
Ristorante La Sirena, Point Yamu, design Paola Navone
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved
Nahmyaa per cucina thai, Point Yamu, design Paola Navone
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Il suo beach club, su un’isola privata, si trova a mezz’ora di tipica long boat. La spiaggia dorata si trova ai margini di una giungla incontaminata, dotata di tutti i comfort: piscina d’acqua salata, ristorante sulla spiaggia e due cabine per trattamenti Spa.

Tipica imbarcazione thailandese
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved
Viaggio a Phuket: Beach club Point Yamu, design paola Navone
Beach Club Point Yamu
Copyright © · Fotografia di Clelia Torelli · all rights reserved

Info turisticheTurismo Tailandese  

Rispondi