IO VIAGGIO CON LA MENTE

Io viaggio con la mente è l’hashtag che ho creato perché, in piena emergenza coronavirus, il diktat è: restare a casa. Mi sono quindi chiesta in questi giorni come continuare a viaggiare, condividere e raccontare con penna, cuore e macchina fotografica, le mie esperienze vissute in giro per il mondo, come esperta viaggiatrice e attenta osservatrice delle ultime tendenze. Così ho deciso di lanciare questo hashtag #ioviaggioconlamente per continuare ad essere la vostra inviata speciale, mettendo a disposizione la conoscenza acquisita in oltre vent’anni nel campo del turismo. Quindi comincio a viaggiare con la mente “sfogliando” il mio account Myluxuryexperinces su Instagram, aperto nel 2013…

L’ingresso

Io viaggio con la mente: Marocco, Marrakech, 2013

Ho soggiornato a La Mamounia, leggendario hotel amato dal jet set di tutti i tempi, icona dell’ospitalità di lusso e place to be. Situato all’interno dei bastioni del XII secolo che circondano la vecchia medina della città rossa. Varcato l’ingresso entro in un mondo segreto fatto di cortili adornati da colonne e fregi moreschi, con influenze art déco. Non posso che essere d’accordo con Churchill che disse che La Mamounia è «il luogo più amabile del mondo”. L’atmosfera è principesca in questo leggendario palazzo. Un rifugio di relax, la quintessenza dell’art de vivre marocchina. Fa parte della catena dei Leading Hotels of the World.

La hall
Una delle piscine
Una camera
Bagno di una camera classica

Immerso in un giardino botanico con agrumi, fiori di rosa, antichi uliveti e un orto, dove gli chef raccolgono gli ingredienti per le cucine dei tre ristoranti dell’hotel. Appena entrata nella Spa di La Mamounia respiro un’atmosfera sensuale dell’harem: porte antiche che si aprono su stanze di marmo illuminate da lanterne, mosaici e intarsi. Un’aura da “Mille e una Notte” dove il lusso si sposa con lo charme e dove il tempo sembra essersi fermato.

Spa
l’ingresso alla Spa

Rispondi